Menu

GELATO ALLA BAVA DI LUMACA: la nuova frontiera del benessere?

5 ottobre 2018 - BLOG
GELATO ALLA BAVA DI LUMACA: la nuova frontiera del benessere?

Ecco, proprio quando pensavi di averle sentite tutte, arriva un prodotto sul mercato che ha dell’incredibile: il gelato alla bava di lumaca.

Già nel nome si scorge la sua peculiarità, per non dire stranezza: non appena si sente o si legge “bava di lumaca”, non si può certo non ammettere una certa titubanza all’argomento. Alcuni storceranno il naso, altri avranno un momento di disgusto, altri ancora- invece- saranno subito incuriositi e vorranno saperne di più.

Ebbene, il gelato alla bava di lumaca è stata un’invenzione di Alessandro Racca che ha sperimentato la ricetta e ha creato una sorta di sorbetto alla fragola, in cui l’acqua è stata quasi integralmente sostituita dalla bava di lumaca. Questo insolito ingrediente è naturale al 100% ed è ricco di proprietà benefiche, tanto che negli ultimi anni abbiamo assistito a un vero e proprio boom, soprattutto nel settore estetico. Il muco di lumaca, però, al gusto non risulta molto gradevole, per questo Alessandro Racca ha creato questo gelato particolare, adatto anche e soprattutto per i pazienti oncologici pediatrici, i quali potrebbero , così, assumere l’allantoina, l’acido glicolico, le vitamine e i peptidi di cui è ricco questo elemento.

Ecco la notizia ufficiale ANSA:

ROMA – Arriva il primo esperimento del gelato alla bava di lumaca. Si tratta di un sorbetto alla fragola dove l’acqua è stata quasi del tutto sostituita con questo insolito ingrediente naturale al 100%. A realizzarlo sono il maestro gelatiere Alessandro Racca della Carpigiani Gelato University e Tania Bosio dell’azienda elicicola in Franciacorta (Bs) ‘La Regina del Bosco’, nel piccolo borgo di Monterotondo. L’idea è venuta proprio a Bosio che cercava un modo di invogliare i piccoli pazienti oncologici ad assumere il prodotto delle chiocciole da allevamento dalle sorprendenti proprietà nutritive, molto utili per i disturbi dell’apparato digerente. “C’è ancora molto da studiare – spiega Racca – perché la ricetta è stata bilanciata sul momento e occorre fare alcune prove sulle caratteristiche chimico-fisiche del prodotto”. Una cosa è certa, assicura il maestro gelatiere, le proprietà emulsionanti e stabilizzanti di questo prodotto totalmente naturale e da agricoltura biologica sono davvero ottime. La bava di lumaca, sdoganata per uso farmaceutico e cosmetico da una circolare del ministero della Salute nel 2016, ha suscitato grande interesse osservando le mani degli allevatori che, lavorando a stretto contatto con le lumache, risultavano bellissime prive di ferite, macchie e cicatrici. Diversi studi hanno, infatti, dimostrato che ha proprietà calmanti, emollienti e lenitive per le irritazioni; disinfettanti, antisettiche e cicatrizzanti per le ferite e elasticizzati, idratanti e ricostituenti per la pelle. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *